Anello del Sotecordes per il Rifugio Dibona con i bambini una passeggiata al cospetto della Tofana di Rozes | Dolomitiebambini - Dolomiti & Bambini

Vai ai contenuti
ANELLO DEL SOTECORDES PER IL RIFUGIO DIBONA
Le Dolomiti Ampezzane riservano sempre panorami da favola e da qualsiasi parte le si guardino sono sempre meravigliose.
Non da meno, con questa escursione, dove, con un po’ più di neve, sarebbe stata ancora meglio e leggendo capirete il perchè.
Saliamo in macchina, il passo Falzarego; superiamo la chiesetta degli Alpini, fino ad arrivare in località Rio Bianco (mt 1732) e la lasciamo nel parcheggio a disposizione che non sempre risulta pulito e disponibile nella stagione invernale, soprattutto dopo una nevicata.

Una volta indossate le ciaspole, oltrepassiamo una sbarra in legno e proseguiamo sul sentiero 414 seguendo le indicazioni Sotecordes - Rifugio Dibona.

Seguendo i cartelli ci incamminiamo in mezzo ad un bosco di larici, al cospetto della maestosa Tofana di Rozes, una delle montagne simbolo di Cortina.
Il sentiero che si inerpica sull’Alpe di Sotecordes presenta una salita continua e via via sempre più crescente, tra una vegetazione non molto fitta che lascia continuamente intravedere l’imponente parete sud della Tofana di Rozes e dove è sempre presente una buona sgnaletica. Durante questo itinerario, causa la scarsità della neve, abbiamo trovato un tratto, che, per presenza di fango e di radici degli alberi, ci ha visto costretti a toglierci le ciaspole per rimetterle poco dopo.
Raggiungiamo così il bivio in località Sotecordes mt 2060, dal quale teniamo la destra continuando sempre verso il Rifugio Dibona.
Superiamo un tratto a mezzacosta, dove il sentiero si fa più pianeggiante, dal quale sulla sinistra troviamo l’incombente parete della Rozes, sulla quale si può nitidamente vedere Grotta Tofana, un’enorme cavità naturale, che può essere visitata, percorrendo una breve ferrata; sulla destra la vista si perde tra il Nuvolau, sull’inconfondibile torrione dell‘Averau, le Cinque Torri, i Lastoi de Formin, Croda da Lago e il massiccio del Sorapis.
Procedendo con tanta bellezza intorno, arriviamo a Valon de Tofana (mt 2120) punto più alto di questa escursione e, tenendo sempre la destra, cominciamo a scendere, su largo sentiero battuto, arrivando in poco tempo al Rifugio Dibona (mt 2037).
Entriamo subito per trovare un posto per mangiare mentre i bambini si divertono a giocare sulla neve; sopratutto a scendere dalle montagnole con le loro nuove “palette slittino”, prese non solo per far divertire loro ma anche come salva pantaloni dal continuo sfregamento sulla neve .
Mangiamo e poi usciamo per goderci quella bellissima e calda giornata di sole.
Per tornare, prendiamo un’altro sentiero, compiendo così un giro ad anello.

Scendiamo per un pezzettino prendendo il sentiero, che parte davanti al rifugio, fino ad arrivare al primo tornante in località Col Mao (mt 2014), e, da lì, prendiamo il sentiero che si stacca sulla destra per Cianzope.
Inoltrandoci di nuovo nel bosco, seguendo il sentiero 442, procediamo questa volta a zig zag ed in decisa discesa.
Diciamo che il rientro è stata un po’ un’avventura perché dopo un primo tratto dove c’erano delle tracce da seguire, ad un certo punto sono sparite. Sembrava come se nessuno fosse passato per di la.
Nella neve fresca si potevano vedere solo tracce di animali selvatici, scesi molto probabilmente in cerca di cibo.
Quindi usando senso dell’orientamento e aiutandoci con la mappa sul telefono, siamo riusciti a stare sul sentiero fino a ritrovare di nuovo dei segnavia.
Usciti dal bosco, incrociamo la strada principale e percorrendo un piccolo tratto verso destra, torniamo alla macchina, chiudendo così l’anello escursionistico.
Dislivello: mt 388
Lunghezza del percorso: km 5,2 tutto il giro
Tempo di percorrenza: 1 ora e 45 minuti l’andata; 1 ora il ritorno;
Cartografia: Tabacco 1:25.000, Foglio 03, Cortina d’Ampezzo e Dolomiti Ampezzane
Escursione Invernale: informarsi circa l’evoluzione del manto nevoso nell’ultimo periodo in modo da prepararsi con la giusta attrezzatura; consultare i Bollettini Valanghe emessi dagli organi preposti.
LASCIA UN COMMENTO
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

Questo sito usa il controllo anti-spam Captcha.
CONTENUTI CORRELATI
Rifugio Mietres
facile escursione da fare con i bambini appena sopra Cortina
Rifugio Lago d'Ajal
Rifugio Scoiattoli
camminando con i bambini al cospetto delle Cinque Torri
Rifugio Dibona
una facile escursione con i bambini ammirando la Tofana di Rozes
Malga Federa
con i bambini salita in motoslitta e discesa con lo slittino per una giornata diversa dal solito
Dolomiti & Bambini
Copyright © 2019 - 2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti