Rifugio Graffer e Rifugio Tuckett e Sella, camminando con i bambini in un ambiente selvaggio e lunare | Dolomitiebambini - Dolomiti & Bambini

Vai ai contenuti
RIFUGIO GRAFFER E
RIFUGIO TUCKETT E SELLA
Un classico percorso  trekking che non deve mancare durante una vacanza a Madonna di Campiglio, incantevole località della Val Rendena. Una traversata che andrà a toccare i Rifugi Graffer e Tuckett, camminando in un ambiente selvaggio e lunare.
Siete pronti a venire con noi di Dolomiti e Bambini?
Da Madonna di Campiglio saliamo al Passo di Campo Carlo Magno da dove parte  la cabinovia Grostè (mt 1600) che rende comodo l’accesso al settore centrale delle Dolomiti di Brenta, dove sorgono alcuni dei rifugi più frequentati del massiccio.
Il costo  dei biglietti è di: euro 14,50 adulto andata e ritorno; euro 10,00 Junior (nati dopo il 30.04.2004)  andata e ritorno; i bambini accompagnati da un adulto pagante (nati dopo il 30 aprile 2012) gratis.
Noi prendiamo la cabinovia solo per il primo pezzo che porta alla stazione intermedia (mt 2085).
Qui scendiamo e subito  troviamo il Rifugio Boch (mt 2075), che lasciamo sulla destra proseguendo dritto fino ad incontrare dei cartelli.
Seguiamo le indicazioni per il Rifugio Graffer, quindi procedendo verso sinistra su comoda strada sterrata, larga e sempre in continua salita,  in poco tempo, circa 30/40 minuti, arriviamo già al rifugio.
Il Rifugio Graffer (mt 2261) offre una bellissima vista sulla Presanella, che si alza oltre Madonna di Campiglio e su molte vette del Brenta.
Dopo aver fatto una piccola pausa, proseguiamo per la nostra seconda meta. Da li, proseguiamo sul sentiero 331, seguendo le indicazioni per il Rifugio Tuckett e Sella.
Ci incamminiamo su sentiero stretto e in costante salita fino ad incontrare a mt 2410 un tracciato che proviene dal Rifugio Stoppani.
Scendiamo  in un canalino,  teniamo la destra ad un secondo bivio, e  continuiamo tra massi più grandi, traversando un vallone dominato dalla Cima del Grostè, dalla cima Falkner e dal Castello di Vallesinella. Superiamo  un vallone, si gira un crinale e passiamo a valle del Torrione di Vallesinella.
Da qui iniziamo a salire, con pendenze comunque accettabili, fino a scorgere un pilone della teleferica, ce l’abbiamo quasi fatta, ancora un ultimo sforzo ed eccoci al Rifugio Tuckett, con la sua dependance Rifugio Sella (mt 2272), dai quali si apre una magnifica vista sulla Cima Brenta e sul Castelletto Inferiore.
Il primo dei due rifugi ricorda Francis Fox Tuckett, grande alpinista britannico dell’Ottocento. Il secondo invece è dedicato a Quintino Sella, industriale biellese che fu Ministro delle Finanze e Primo Ministro del Regno d’Italia, e fondatore nel 1863 del CAI. Oggi i due rifugi sono gestiti in maniera unitaria dalla SAT.
Arrivati al Rifugio Tuckett, facciamo una doverosa pausa per pranzo, mangiando, vista la giornata, in rifugio. Intanto le nuvole sembrano essersi alzate, cosi ne approfittiamo per rientrare, percorrendo lo stesso sentiero di andata, ma questa volta riuscendo a vedere almeno per metà percorso, la meravigliosa Val Rendena in quanto la vista adesso spazia davvero lontanissimo.
Poi purtroppo le nuvole sono tornate ad alzarsi e abbiamo proseguito così fino alla stazione intermedia della cabinovia. Avendo fatto i biglietti per andata e ritorno, la riprendiamo e scendiamo così al Passo di Campo Carlo Magno.
Una bellissima e non troppo difficoltosa camminata in un magnifico ambiente roccioso, ammirando in tutto il loro splendore le cime del Brenta.
VARIANTE: doveva essere la nostra escursione come originariamente programmata ma visto il meteo non molto favorevole abbiamo dovuto modificarla. Dal Rifugio Tuckett, si può proseguire in discesa su sentiero 317, fino a raggiungere il Rifugio Casinei (mt 1825). Da qui continuando a scendere su sentiero sempre 317 si arriva al Rifugio Vallesinella (mt 1513). Per fare questo giro o ci si organizza con due macchine una al Passo di Campo Carlo Magno e una in Vallesinella prenotando on line il parcheggio, oppure dal Rifugio Vallesinella partono delle navette che conducono al centro di Madonna di Campiglio, la quale corsa deve essere sempre prenotata online sul sito campigliodolomiti.it/mobilita estate.
Dislivello: mt 658
Tempo di percorrenza: 30 minuti per arrivare al Rifugio Graffer, 1 ora e 50 minuti per il Rifugio Tuckett e Sella
Lunghezza del percorso: km 12,4 andata e ritorno     
Cartografia: Tabacco 1:25.000, Foglio 53, Dolomiti di Brenta
LASCIA UN COMMENTO
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

Questo sito usa il controllo anti-spam Captcha.
Dolomiti & Bambini
Copyright © 2019 - 2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti