Rifugio Lausen con i bambini nel cuore della Lessinia | Dolomitiebambini - Dolomiti & Bambini

Dolomiti & Bambini
passione per la montagna
Vai ai contenuti
RIFUGIO LAUSEN
8 Giugno 2024
Questa volta abbiamo trascorso un fine settimana nel veronese alla scoperta della Lessinia: un altopiano e un supergruppo alpino situato prevalentemente in provincia di Verona e parzialmente nelle provincie di Vicenza e Trento.
Prima escursione fatta il primo giorno di arrivo è stata quella al Rifugio Lausen, il quale si può raggiungere comodamente anche in auto, oppure sono numerose le passeggiate che portano fino a lì, come quella che abbiamo scelto noi passando per la Valle delle Sfingi, passeggiando all’interno del Parco Naturale Regionale della Lessinia.
In macchina bisogna raggiungere la località Velo Veronese, per poi lasciarla nel parcheggio a pagamento della frazione di Camposilvano, in provincia di Verona.
A piedi ci si dirige verso il centro del paese, seguendo la strada asfaltata; poco dopo aver superato il campeggi, ci si trova sulla destra un bivio, dove si trovano le prime indicazioni, anche se rotte e poco leggibili.
Una svolta a destra fa proseguire su una comoda e larga strada sterrata mentre in lontananza vedrete anche un grande fungo di pietra, quindi non vi potete sbagliare.
Procedendo in leggerissima salita si arriva alla Valle delle Sfingi; si tratta di una valle particolare che presenta grossi monoliti regolarmente distanziati l’uno dall’altro e che ricordano le sfingi egizie, da cui prende il nome.
La Valle delle Sfingi è un luogo magico, ricco di storie e di leggende, come quella legata alla particolare roccia a forma di fungo, noto anche come “el sengio de l’orco”. Secondo la tradizione, infatti, questo fungo venne portato qui da un orco per permettere alle fade (delle creature magiche) di legarvi un capo di corda per stendere il bucato.
Verso la fine della valle c’è una malga e qui bisogna prestare attenzione perché non ci sono indicazioni ma se si alza lo sguardo si vede il tracciato proseguire più in alto.
Lasciata la malga sulla sinistra e attraversato il prato si comincia poi a salire fino a trovare di nuovo il sentiero e le indicazioni per il Rifugio Lausen.
Attraversando un sacco di cancelli e proseguendo su sentiero costeggiato dalle tipiche pietre della Lessinia, sempre in continua salita, si arriva al Bivio delle Gosse, punto più alto dei questa escursione, dal quale si tiene la destra iniziando a scendere verso le Malghe del Sengio Rosso. Qui comunque la segnaletica si fa più presente quindi basterà seguire le indicazioni. Un lungo tratto su comoda forestale porta ad un altro bivio, dal quale si tiene nuovamente la destra, scendendo tra verdi prati su sentiero sempre costeggiato da muretti di pietra.
Ad un certo punto si arriverà ad un bivio in corrispondenza di un cancello sulla destra mentre sulla sinistra un cartello con indicazioni LAUSEN: per adesso bisognerà continuare a sinistra, ma segnatevi bene questo passaggio perché al ritorno bisognerà tornare qui per scendere di nuovo a Camposilvano.
Aprirete di nuovo l’ennesimo cancello (attenzione ai rulli girevoli sotto i piedi) e proseguendo dapprima in salita per poi ridiscendere arriverete ad incrociare la forestale dove si trova anche il Rifugio Lausen (mt 1220).
Un luogo incantevole dove lo sguardo spazia dalla pianura Padana fino agli Appennini, mentre alle sue spalle predomina il Monte Carega con i suoi mt 2259 di altezza.
Ed oltre ad essere molto bello e suggestivo, davanti al rifugio è presente anche un piccolo parco giochi per i bambini.
Per il ritorno si ripercorre solamente un tratto del sentiero di andata fino ad arrivare al bivio che vi dicevo prima, dal quale si tiene la sinistra, oltrepassando il cancello ed iniziando a salire.
Terminata la salita, bisogna svoltare a sinistra (attenzione che anche qui non ci sono indicazioni) per poi continuare in discesa prima in mezzo al bosco per poi proseguire salendo su prati fino ad arrivare in località Croce del Gal (mt 1173) dove si trovano i primi cartelli CAI. Le indicazioni per Camposilvano danno 20 minuti.
Proseguendo in leggera salita dopo poco di arriva ad incrociare la strada asfaltata, dove, in presenza di un altro bivio, dal quale, tenendo la sinistra, si supera il Campeggio Covolo tornado di nuovo al parcheggio.
Alla fine ne è venuto fuori sicuramente un bellissimo giro ad anello, peccato solo per le indicazioni a volte molto scarse se non inesistenti.
Dislivello: mt 350
Tempo di percorrenza: 1 ora e 40 minuti per il Rifugio Lausen; 1 ora e 10 minuti per tornare al parcheggio di Camposilvano;
Lunghezza del percorso: km 8,5 tutto il giro
Cartografia: Tabacco 1:25.000, Foglio 59, Monti Lessini, Lessinia
______________________ SEGUICI SUI SOCIAL ____________________________
LASCIA UN COMMENTO
Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbbligatori sono contrassegnati *
Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

Questo sito usa il controlla anti-spam Captcha.
Dolomiti & Bambini
Copyright © 2019 - 2024 - All rights reserved
Torna ai contenuti